14 settembre 2020

Yates, una vittoria di esperienza

Simon Yates (Mitchelton – Scott) ha vinto la 55^ edizione della Tirreno-Adriatico EOLO. Nella cronometro finale di San Benedetto del Tronto il britannico ha difeso la Maglia Azzurra andando a conquistare la Corsa dei Due Mari davanti a Geraint Thomas (Team Ineos) e Rafal Majka (Bora – Hansgrohe). Filippo Ganna (Team Ineos) vince l’ultima frazione, la cronometro individuale di San Benedetto del Tronto di 10,050 m alla media record di 56,636 km/h.

14 settembre 2020

Simon Yates ha vinto la 55^ Tirreno-Adriatico

Filippo Ganna si è imposto nella cronometro individuale finale di San Benedetto del Tronto

14 settembre 2020

Tappa 8 della Tirreno-Adriatico EOLO: la crono decisiva

Yates, Majka e Thomas si giocano la Corsa dei Due Mari sulla cronometro individuale di San Benedetto del Tronto.

14 settembre 2020

La lunga rotta

Oggi a San Benedetto del Tronto finisce la Tirreno-Adriatico, e basteranno questi dieci chilometri per decretare chi sarà il re dei due mari.

13 settembre 2020

Van der Poel dà spettacolo nella tappa dei Muri

Il campione olandese si impone a Loreto, S. Yates ancora in Maglia Azzurra alla vigilia della cronometro decisiva di San Benedetto del Tronto.

13 settembre 2020

Van der Poel ha vinto la settima tappa della Tirreno-Adriatico EOLO

Mathieu van der Poel (Alpecin – Fenix) ha vinto la settima tappa della Tirreno-Adriatico EOLO, 181 km con partenza da Pieve Torina e arrivo a Loreto. Sul traguardo ha preceduto Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling) e Matteo Fabbro (Bora – Hansgrohe). Simon Yates (Mitchelton – Scott) ancora in Maglia Azzurra di leader della Classifica Generale alla vigilia della cronomentro finale di San Benedetto del Tronto.   RISULTATO FINALE 1 – Mathieu van der Poel (Alpecin – Fenix) – 181 km in 4h19’23” 2 – Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling) a 4″ 3 – Matteo Fabbro (Bora – Hansgrohe) s.t.   CLASSIFICA GENERALE 1 – Simon Yates (Mitchelton – Scott) 2 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) a 16″ 3 – Geraint Thomas (Team Ineos) a 39″ 4 – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team) a 49″ 5 – Fausto Masnada (Deceuninck – Quick-Step) a 57″   LE MAGLIE   Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom – Simon Yates (Mitchelton – Scott) Maglia Arancio, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe) Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel – Hector Carretero (Movistar Team) Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Sara Assicurazioni – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team) Il vincitore di tappa Mathieu van der Poel, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “È stata una tappa

13 settembre 2020

Da Pieve Torina a Loreto: la tappa dei Muri

Settima tappa della Tirreno-Adriatico EOLO, in programma dal 7 al 14 settembre e organizzata da RCS Sport: 181 km con partenza da Pieve Torina e arrivo a Loreto.   È la tappa dei Muri, tutti concentrati nei tre giri di circuito finale di 25.5 km, che portano i corridori ad affrontare i due strappi di Loreto e quello di Recanati.   Anche la tappa di oggi attraversa molte delle zone del centro Italia colpite dai terremoti del 2016. La Tirreno-Adriatico EOLO vuole abbracciare idealmente le popolazioni colpite da questo dramma e dare un segno di vicinanza a tutto il territorio.   Il gruppo forte di 162 unità è transitato al KM 0 alle 11:29. SEGUI IL LIVE!   METEO Pieve Torina (Partenza): Sereno, 26°C. Vento: moderato – 11kmh, NE. Loreto (16.00 circa – Arrivo): Sereno, 28°C. Vento: moderato – 19kmh, N.     CONFERENZE POST TAPPA Al seguente link sarà possibile seguire le conferenze stampa del vincitore di tappa e della Maglia Azzurra: https://webtvksoft.tv/tirrenoadriatico-pressconference/     VELON Potete trovare la lista completa dei corridori dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon oggi a questo link.     CLASSIFICA GENERALE 1 – Simon Yates (Mitchelton – Scott) 2 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) a 16″ 3 – Geraint Thomas (Team Ineos) a 39″ 4 – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team) a 49″ 5 – Fausto Masnada (Deceuninck – Quick-Step) a 54″   LE MAGLIE  .. .

13 settembre 2020

La contraddittoria bellezza delle Marche e (del ciclismo)

Una corsa ciclistica non è poi così dissimile dalla poesia: intreccia mondi apparentemente diversi, tiene assieme differenze e antitesi, e ce le restituisce in un’unità che possiamo comprendere.

12 settembre 2020

Merlier, volata d’autore a Senigallia

Il campione belga domina lo sprint davanti al favorito della vigilia Ackermann (vincitore delle prime due frazioni). Terzo Cort Nielsen. Domani la tappa dei Muri.

12 settembre 2020

Merlier ha vinto la sesta tappa della Tirreno-Adriatico, S. Yates ancora in Maglia Azzurra

Tim Merlier (Alpecin – Fenix) ha vinto la sesta tappa della Tirreno-Adriatico EOLO, 171 km con partenza da Castelfidardo e arrivo a Senigallia. Sul traguardo ha preceduto Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe) e Magnus Cort Nielsen (EF Pro Cycling). Simon Yates ancora leader della Classifica Generale, veste la Maglia Azzurra, .   RISULTATO FINALE 1 – Tim Merlier (Alpecin – Fenix)  – 171 km in 3h59’30”, media 42.839 km/h 2 – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe) s.t. 3 – Magnus Cort Nielsen (EF Pro Cycling) s.t.   CLASSIFICA GENERALE 1 – Simon Yates (Mitchelton – Scott) 2 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) a 16″ 3 – Geraint Thomas (Team Ineos) a 39″ 4 – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team) a 49″ 5 – Fausto Masnada (Deceuninck – Quick-Step) a 54″   LE MAGLIE   Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom – Simon Yates (Mitchelton – Scott) Maglia Arancio, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe) Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel – Hector Carretero (Movistar Team) Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Sara Assicurazioni – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team) Il vincitore di tappa Tim Merlier, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “La squadra mi ha portato alla perfezione in volata, abbiamo preso il lato sinistro della strada, era quello più