Chiusura
Vedi tutti
Loading...

La rivincita di Schmidt

15/03/2021

Il 15 Marzo del 44 a.C. una manciata di senatori romani, preoccupati per le sorti delle repubblica, posero fine alla tirannide di Cesare, nell’episodio diventato poi famoso come le Idi di Marzo.

Il 15 Marzo 2021, molto meno cruentemente, Mads Würtz Schmidt (di cui avevamo già parlato qui) ha posto fine al dominio del gruppo sulle fughe in questa Tirreno-Adriatico.

Non è stato solo in quest’impresa, alla quale hanno partecipato senza risparmiarsi anche Van Moer, Velasco, Oliveira e, fino ai 9 km dall’arrivo, Liepiņš.

Ma è stato lui a volerla più di tutti, fin dall’inizio, fin dalla tappa di Prati di Tivo verrebbe da dire, quando è stato l’ultimo degli attaccanti ad arrendersi sulla salita finale. 

E’ stato lui, soprattutto, a coronare la riuscita cospirazione alzando le braccia sul traguardo di Lido di Fermo.

 

Schmidt ha provato a scappare già dopo 3 km, portandosi dietro Van Hooydonck e Mullen, ma dopo poco il gruppo li ha ripresi.

Allora ci ha riprovato al km 23 riuscendo a far evadere assieme a lui altri 5 corridori, a quel punto hanno iniziato a guadagnare.

Dopo 55 km i 6 avevano 5’47’’ di vantaggio, dopo 80 km 6’35’’, dopo 100 km 4’52’’.

Un divario tutto sommato non eccessivo, che in condizioni normali il gruppo riesce quasi sempre a colmare.

A 34 km dalla fine però la compagnia di Schmidt ha ancora un margine di 2’59”, e qualche brivido dev’essere iniziato a passare sulla schiena dei velocisti, che oggi si giocavano l’ultima loro possibilità.

A 15 km dalla fine il brivido è diventato inquietudine, quando dalle radioline gli hanno fatto sapere che il gap da recuperare era di 2’18’’. 2’08’’ ai meno 10 km.

I 6 davanti invece vanno, si danno cambi regolari sempre in doppia fila e ormai capiscono che il colpo di stato sta riuscendo, che il tiranno oggi si è fatto beffare e che loro, i congiurati, per una volta possono farcela.

Poco dopo, nell’ultima salitella, si lascia sfilare Liepiņš, che taglierà comunque il traguardo prima del gruppo, a 25’’ dagli ex compagni.

Dietro le squadre dei velocisti capiscono che ormai è andata e dopo aver lavorato a lungo lasciano l’incombenza alla UAE, la formazione della Maglia Azzurra, che non si danna l’anima in vista della prossima cronometro. I primi in classifica arriveranno tutti assieme, e si vedrà domani.

Schmidt, Velasco, Van Moer, Velasco e Oliveira vanno a giocarsi quindi la vittoria sul lungomare di Lido di Fermo. 

Il danese parte quando mancano 150 metri dall’arrivo, supera Van Moer e Velasco e corona così la sua giornata perfetta.

Durante l’intervista del dopo tappa è commosso, quasi non ci crede di aver appena conquistato la sua prima vittoria nel World Tour.

Ma è tutto vero, come la sua sublime rivincita sul gruppo che solo due giorni fa con lui era stato tiranno.

Ma non oggi, Mads Würtz. Oggi hai vinto tu.

 

top sponsor

official partners

official suppliers