19 febbraio 2021

Tappa 2 2021: anima ibrida

La seconda tappa parte da Camaiore e termina a Chiusdino, che significa iniziare tangendo il mare e finire nell’entroterra, in uno dei tanti bellissimi piccoli borghi che costellano il Centro Italia.

 

Questa frazione è dunque ibrida, saluta il Tirreno e comincia la risalita verso gli Appennini, che porterà poi la gara ad affacciarsi sull’Adriatico.

 

Anche l’altimetria è ibrida, con la prima parte piatta come una bonaccia e la seconda tutta strappi e saliscendi, senza un metro di pianura.

 

Con una tappa del genere il finale non può che essere imprevedibile e impronosticabile.

 

Sarà un arrivo più adatto alle fughe o più a corridori da classiche? O un velocista potrebbe resistere e poi spuntarla in una volata ristretta? Oppure un uomo di classifica proverà a sorprendere gli altri per guadagnare qualche secondo?

 

Vedremo…