08 marzo 2018

Marcel Kittel rompe il ghiaccio

Marcel Kittel ha vinto in volata la tappa 2 della 53esima Tirreno-Adriatico NamedSport, battendo il Campione del mondo Peter Sagan sul lungomare di Follonica. È il primo successo di Kittel con il team Katusha-Alpecin. Quinto sul traguardo, il neozelandese Patrick Bevin della BMC succede al compagno di squadra Damiano Caruso come leader della Classifica Generale.

 

DATI MONITORATI OGGI

I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. I dati sono disponibili a questo link.

 

RISULTATO FINALE

1 – Marcel Kittel (Team Katusha Alpecin) 172 km in  4h12’24”, media 40.887 km/h
2 – Peter Sagan (Bora – Hansgrohe) s.t.
3 – Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo)  s.t.

 

CLASSIFICA GENERALE

1 – Patrick Bevin (BMC Racing Team)
2 – Damiano Caruso (BMC Racing Team) s.t.
3 – Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) s.t.

 

MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom – Patrick Bevin (BMC Racing Team)
  • Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful – Marcel Kittel (Team Katusha Alpecin)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Snello Rovagnati – Nicola Bagioli (Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da FIAT – Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)

 

CONFERENZA STAMPA

Il vincitore di tappa, Marcel Kittel, ha dichiarato: “La mia ultima vittoria di tappa era stata al Tour de France, a Pau, sono passati otto mesi, tanto tempo! È bello tornare a vincere. Fino ad oggi le cose non erano andate molto bene, ma affrontare le sconfitte ci ha aiutato a crescere come squadra. Questo successo ci da tanta fiducia. Non abbiamo mai smesso di crederci. Sapevo di star bene, i miei compagni mi hanno portato in una posizione ottimale, così ho potuto scegliere il lato per la volata. Ero veramente affamato di vittoria, è fantastico aver vinto“.

 

La Maglia Azzurra, Patrick Bevin, ha dichiarato: “Quinto in volata è un ottimo risultato per me. Sono il nuovo leader di questa corsa ed è frutto dell’ottimo lavoro di squadra fatto ieri. Oggi sono rimasto inizialmente bloccato dietro la caduta. Siamo riusciti a rientrare quando mancavano 3 km al traguardo ma il gruppo era molto allungato. È un privilegio essere primo in CG in una corsa così prestigiosa. Non era previsto che prendessi la maglia ma durante la corsa alcuni compagni mi hanno detto di provare a fare la volata. Sono nuovo in questa squadra, è stato un bel gesto.

 

STATISTICHE

  • Prima vittoria alla Tirreno-Adriatico per Marcel Kittel, la 17esima per la Germania. L’ultimo tedesco a trionfare nella Corsa dei Due Mari era stato Tony Martin, nella crono di San Benedetto del Tronto del 2013. Se escludiamo le cronometro, l’ultima vittoria tedesca in una tappa in linea l’aveva firmata Linus Gerdemann nel 2010 a Rosignano Solvay.
  • Per il settimo anno consecutivo, Peter Sagan riesce a cogliere almeno un piazzamento a podio alla Tirreno. I suoi 16 piazzamenti fra i primi tre sono composti da sette vittorie, sei secondi posti e tre terzi posti.
  • Patrick Bevin è il primo neozelandese che indossa la maglia di leader alla Tirreno-Adriatico.

 

LA TAPPA DI DOMANI

Tappa 3 – Follonica – Trevi 239 km

  • Ritrovo di partenza: Follonica, Piazza Guerrazzi
  • Foglio Firma: 08:30 – 09:45
  • Incolonnamento e Sfilata: 09:50
  • Partenza – KM 0: 10:05 (trasferimento 6.400m)
  • Arrivo: Via Lucherini, Trevi – 16:15 circa

 

Percorso

Tappa molto lunga e impegnativa con parecchie salite di media dimensione, ma con un notevole dislivello complessivo finale. Partenza da Follonica per percorrere la parte settentrionale della provincia di Grosseto fino a sfiorare il Monte Amiata e per passare poi da Montalcino diretti a Chiusi. Ingresso in Umbria da Moiano e percorso leggermente meno impegnativo fino a Montefalco per entrare nel circuito finale di Trevi da percorrere una volta. Quattro sono i GPM di media difficoltà: Roccastrada, Passo del Lume Spento e Cibottola sul percorso e Trevi all’arrivo.

 

Ultimi km

Circuito finale molto impegnativo. La salita di Trevi si percorre due volte, la prima per passare sul traguardo e la seconda al termine della tappa. Dopo il passaggio la salita prosegue per 300 m circa con pendenze fino al 16%. Discesa veloce su strada dalla carreggiata normale fino alla vecchia Flaminia e poi dopo Borgo Trevi iniziano i 3 km finali che portano all’arrivo. Strada dalla carreggiata ristretta con pendenze oltre il 13-15% e con alcune brevi discese prima degli ultimi 300 m che arrivano attorno al 20%. Finale su asfalto, carreggiata di 7.5 m.

 

PUNTI D’INTERESSE

FOLLONICA

Follonica si trova nel cuore dell’omonimo Golfo, nella Maremma Toscana, tra il promontorio di Piombino e Punta Ala, di fronte all’Isola d’Elba. La sua posizione e il suo clima ne fanno una meta ambita per il turismo balneare, sportivo, verde e culturale. Il litorale ha una sabbia bianca e fine, con bassi fondali che degradano lentamente. Infinite le opportunità di divertimento, relax e svago, legate al mare e non, poiché è circondata da un territorio ricco di vegetazione e macchia mediterranea: percorsi di trekking, bike, cavallo, cale mozza ato e oasi faunistiche. Il Golfo di Follonica e le colline circostanti offrono molteplici e diversificati panorami da scoprire, ricchi di storia e bellezza: si passa dal mare azzurro e cristallino alle montagne boscose delle Cornate di Gerfalco e di Montieri. Tra questi due estremi, una varietà di luoghi, paesi e frazioni, tutti immersi in una natura intatta, con tradizioni, usi e paesaggi. Molto vicino a Follonica sorgono luoghi di grande interesse: dai borghi di Scarlino, Castiglione della Pescaia, Suvereto, alla città medievale di Massa Marittima, ai resti archeologici di Populonia, Vetulonia e Roselle. Il panorama enogastronomico è altrettanto ricco e variegato: il vino fa da padrone sulla tavola e ben si accompagna ai gusti forti delle pappardelle al cinghiale, piatto principe della Maremma, e a quelli più delicati dei classici a base di pesce, come il cacciucco.

 

TREVI

Sorta in epoca romana nei pressi della via Flaminia e delle rive del Clitunno, Trevi è Città dell’Olio: immersa tra gli ulivi, conserva testimonianze romane, come le poderose mura del I secolo a.C. che cingono il centro abitato, e medievali, come porta del Bruscito, porta del Cieco, porta San Fabiano e l’arco del Mostaccio che conferiscono un’atmosfera particolarmente affascinante. Il cuore del centro storico è Piazza Mazzini, chiusa ad angolo dal Palazzo comunale del XIII secolo con la torre civica. La verde collina che ospita questo grazioso paesino offre numerose possibilità di effettuare attività all’aria aperta: visite guidate e passeggiate nei campi alla scoperta delle erbe selvatiche e del loro impiego nella civiltà contadina, biking, orienteering, bird watching o equitazione. Essendo una delle zone più importanti dell’Umbria per l’elevatissima qualità dell’olio, la visita ai frantoi è fortemente consigliata, è un’occasione per assistere a tutti i processi di lavorazione, dall’entrata delle olive all’imbottigliamento.

 

LIVE TWEET

Ogni giorno potete seguire la Tirreno-Adriatico NamedSport grazie a un live tweet, con tutti gli aggiornamenti dalla corsa, dal profilo twitter ufficiale @TirrenAdriatico – L’hashtag per commentare in diretta con noi è #TirrenoAdriatico