18 marzo 2019

È partita la tappa 6, Verdicchio wine stage!

La frazione in linea da Matelica a Jesi di 195 km, con un finale piatto adatto alle ruote veloci del gruppo. È la Verdicchio Wine Stage, un omaggio al Verdicchio, vino prodotto in quest’area delle Marche e famoso nel mondo.

La corsa ha passato il km 0 alle ore 11:42 con il gruppo forte di 144 corridori. Non partito il dorsale numero 192 – Jenthe Biermans​ (Team Katusha Alpecin​)​.

 

METEO
Matelica (11.50 – Partenza): Parzialmente nuvoloso, 16°C. Vento: brezza leggera – 11kmh, SO.
Jesi (16.25 – Arrivo): Variabile, 14°C. Vento: moderato – 16kmh, N.

 

 

CLASSIFICA GENERALE
1 – Adam Yates (Mitchelton – Scott)
2 – Primoz Roglic (Team Jumbo – Visma) a 25″
3 – Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) a 35″

 

MAGLIE

Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom – Adam Yates (Mitchelton – Scott)
Maglia Arancione, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful – Adam Yates (Mitchelton – Scott), indossata domani da Jakob Fuglsang (Astana Pro Team)
Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel – Alexey Lutsenko (Astana Pro Team)
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Open Fiber – Sam Oomen (Team Sunweb)
PUNTI E ABBUONI IN PALIO
Durante la tappa ci saranno 16 secondi di abbuono massimo in palio per la classifica generale, 3 a ciascun traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato. Vi sono inoltre 22 punti per la classifica della Maglia Arancione e gli ultimi 5 punti per quella di miglior scalatore

 

PERCORSO
Tappa 6 – Matelica – Jesi 195 km
Tappa ondulata nella prima parte e in seguito pianeggiante, non particolarmente impegnativa adatta a un finale in volata. Da Matelica si attraversano Castelraimondo, San Severino Marche, Cingoli, Apiro, Moie e Morro d’Alba. Si arriva quindi a Jesi dove si percorreranno due giri di un circuito di 12,8 km.

Ultimi km
Circuito finale di 12,6 km. Completamente pianeggiante si svolge tra strade cittadine ampie e ben pavimentate e la campagna limitrofa dove si percorrono strade larghe con manto talvolta usurato. Ultimi 3 km interamente cittadini con ultima curva ai 1.000 m. Rettilineo di arrivo in leggera ascesa di 8,5 m, fondo asfaltato.

 

CURIOSITÀ
Jesi
La storia sportiva di Jesi è legata alla scherma, in particolare il fioretto. La città è rappresentata dai campioni olimpici Stefano Cerioni, Giovanna Trillini, Valentina Vezzali (diventata nel 2012 l’atleta italiana con il maggior numero di medaglie d’oro vinte alle Olimpiadi) ed Elisa Di Francisca, tutti allievi del maestro Ezio Triccoli a cui è stato dedicato il locale palazzetto dello sport.